5 per mille 2006

Immagine default

5 per mille 2006

 

FONDAZIONE PIA OPERA CICCARELLI ONLUS

La Fondazione Pia Opera Ciccarelli è nata nel 1885 dalla volontà di Monsignor Giuseppe Ciccarelli, parroco di San Giovanni Lupatoto con il sostegno e la collaborazione delle Sorelle della Misericordia.



Da oltre 100 anni impegnata per venire incontro alle diverse necessità della comunità, la Fondazione è cresciuta nel tempo, fornendo un’assistenza adeguata in risposta a diverse situazioni di povertà, emarginazione, malattia e vecchiaia. Essa opera con attività sociali, sanitarie ed assistenziali, in un impegno costante a sostegno della dignità e della serenità della persona.





FONDO DI SOLIDARIETA’ MONSIGNOR CICCARELLI



Fedele alla propria storia ed attenta alle nuove emergenze, la Pia Opera Ciccarelli ha creato il Fondo di solidarietà Monsignor Ciccarelli , per dare una speranza concreta agli anziani più bisognosi che vivono situazioni gravi di necessità.



Un impegno per aiutare temporaneamente ma con professionalità le persone maggiormente svantaggiate: gli anziani soli, malati e poveri .



Una testimonianza cristiana per dare dignità ai dimenticati, ai rifiutati e a quanti rischiano di essere esclusi dai tradizionali circuiti assistenziali.



Nella consapevolezza di quanto sia difficile affrontare la malattia in situazioni di povertà e solitudine, il Fondo di solidarietà intende garantire gli anziani nel loro diritto alla salute e all’ integrazione sociale.



In particolare le risorse del Fondo sono utilizzate per:



A. dare risposte d’urgenza a persone che versano in situazioni di emergenza socio-sanitaria ed in precarie condizioni economiche;



B. erogare le prestazioni più adeguate a garantire alla persona una risposta dignitosa ai propri bisogni;



C. fornire servizi finalizzati al miglioramento della qualità della vita delle persone che vivono a casa propria: pasti caldi, fornitura di attrezzature e materiale sanitario, prestazioni infermieristiche, cura della persona e dell’ambiente...



D. finanziare programmi destinati alla realizzazione di appartamenti protetti e di spazi riabilitativi.





Giuseppe Ciccarelli nacque a Cadidavid il 28 settembre 1844, fu ordinato sacerdote nel 1863 e nel 1874 divenne parroco di San Giovanni Lupatoto.



La sua fu una vita di carità, spesa al servizio dei poveri, degli emarginati, degli ultimi, dei sofferenti, fossero essi bambini, adulti o anziani.



Il nome di Monsignor Ciccarelli resta tuttora legato indissolubilmente a San Giovanni Lupatoto, grazie alle Opere Pie a cui diede vita (un asilo infantile, il ricovero maschile e femminile per anziani bisognosi ed un pensionato), Opere che ancora oggi svolgono la loro importante attività sociale.







SENSIBILIZZAZIONE ALLA RACCOLTA FONDI



Aiutare gli anziani è un gesto di solidarietà, una responsabilità sociale che ognuno di noi può assumersi concretamente attraverso un contributo.



In particolare, è possibile sostenere il Fondo attraverso:



- donazioni in denaro



- tramite bonifico bancario a favore di



- con assegno di conto corrente e/o circolare intestato a



- lasciti testamentari



- donazioni di beni



- donazioni di tempo e di professionalità





bonifico bancario a favore del fondo Monsignor Ciccarelli c/c 000045000000 presso Unicredit Banca





c/c postale n. 54209671 intestato a FONDAZIONE P.O.C. ONLUS FONDO MONSIGNOR CICCARELLI Via Ospedale, 1 37057 S.Giov. Lupatoto







Dai attenzione al sociale: il nuovo 5 per mille.



Con un gesto semplice ma concreto aiuta il mondo del sociale. Il nuovo sistema del 5 per mille introdotto dalla Legge 266/05 (Finanziaria per l’anno 2006) ha ufficialmente preso il via con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del DPCM del 20 gennaio 2006 . Grazie a questa sensibilità i cittadini potranno scegliere di destinare una quota pari al 5 per mille della propria IRPEF alle seguenti finalità:







sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS), delle associazioni di promozione sociale e di altre fondazioni e associazioni riconosciute (art. 1, comma 337, lettera a) L. 266/05);

finanziamento della ricerca scientifica e delle università (art. 1, comma 337, lettera b) L. 266/05);

finanziamento della ricerca sanitaria (art. 1, comma 337, lettera c) L. 266/05)

attività sociali svolte dal comune di residenza del contribuente (art. 1, comma 337, lettera d) L. 266/05).

Il meccanismo del 5 per mille, in applicazionedalla dichiarazione dei redditi 2005 , si affianca al già consolidato 8 per mille e rappresenta un’occasione di sostegno importante per tutto il mondo del sociale.

Nei modelli per la prossima dichiarazione dei redditi (modello integrativo CUD 2006, modello 730/1 bis o Modello Unico Redditi Persone Fisiche) ci saranno quattro caselle per indicare la categoria preferita (ONLUS e non profit; ricerca scientifica e università; ricerca sanitaria; attività sociali svolte dal Comune di residenza); Per scegliere a chi destinare il 5 per mille della propria dichiarazione, basta apporre la propria firma all’interno della categoria prescelta. Se oltre alla categoria si vuole indicare un particolare beneficiario, oltre alla firma bisogna indicare anche il Codice Fiscale del destinatario di questo contributo.

Chi decide di destinare, in fase di dichiarazione dei redditi, il 5 per mille della propriaIRPEF alla Fondazione Pia Opera Ciccarelli onlus, per il Fondo Monsignor Ciccarelli per la solidarietà, deve firmare nel primo riquadro, quello delle ONLUS, ed inserire il codice fiscale della nostra Fondazione (80002110239).





Una firma che ci consente, in modo immediato e senzadover pagare più tasse, di moltiplicare il nostro aiuto verso le persone anziane sole, gli abbandonati, gli ammalati.

Un’opportunità importante per dichiarare la propria scelta di solidarietà. A differenza del meccanismo dell’8 per mille, in cui la partecipazione o l’indifferenza dei cittadini incide esclusivamente sulla destinazione dei fondi e non sull’ammontare degli stessi che è di natura predefinita, il meccanismo del 5 per mille conta sulla partecipazione di tutti: tanto più numerose saranno le firme tanto più ingenti saranno i fondi stanziati per il modo del sociale .



Per maggiori informazioni visita il sito dell’Agenzia delle Entrate .


Files disponibili