Manager competente

Immagine default

Manager competente

 

«Manager competente
e di grande umanità»

  •  

martedì 28 febbraio 2012 PROVINCIA, pagina 27

Stefano Bertacco| Stefano Valdegamberi

Dolore e rammarico per aver perso un manager del settore socio-sanitario competente, sempre attento alle persone bisognose. Ha suscitato profondo cordoglio anche fra gli amministratori del Comune di Verona l´improvvisa scomparsa di Sergio Gambarotto, direttore generale della Fondazione Pia Opera Ciccarelli, nonché consigliere di amministrazione dell´Istituto assistenza anziani. La Pia Opera, lo ricordiamo, gestisce la residenza per anziani Casa Serena, a San Michele Extra, e i Centri diurni per malati di Alzheimer Achille Forti, all´interno della stessa Casa Serena, e il Berto Barbarani vicino al policlinico di Borgo Roma. «Verona perde una persona dotata di grande professionalità e di profonda umanità», dice Stefano Bertacco, assessore ai servizi sociali del Comune scaligero. «Spesso, in situazioni di difficoltà, Sergio ha saputo trovare risposte adeguate per i cittadini di Verona». Affranto Pierluigi Paloschi, assessore alle finanze: «Sergio era un amico, una brava persona e un dirigente serio e molto capace». E Ottavio Contolini, presidente dell´Istituto assistenza anziani, ricorda Gambarotto come «uomo di esperienza ed equilibrio. La sua nell´Iaa era una posizione delicata, essendo anche direttore della Pia Opera, ma l´equilibrio ha sempre prevalso e noi abbiamo sempre beneficiato della sua grande esperienza». Stefano Valdegamberi, consigliere regionale e comunale dell´Udc, ex assessore regionale ai servizi sociali, ricorda: «L´ultima volta che ci siamo visti a San Giovanni ci teneva a mostrarmi con orgoglio gli ultimi lavori per riqualificare la casa di riposo. Sergio era un amico, un grande manager del sociale che sapeva coniugare capacità organizzative e gestionali alla ferrea volontà di dare il meglio per gli anziani e per le persone più deboli».