Anziani, la Pia Opera Ciccarelli si mobilita per l'ospitalità estiva

Immagine default

Anziani, la Pia Opera Ciccarelli si mobilita per l'ospitalità estiva

 

AIUTI. Nella struttura di Boscochiesanuova sono stati messi a disposizione tre posti

 

Anziani, la Pia Opera Ciccarelli
si mobilita per l´ospitalità estiva

 

domenica 03 giugno 2012 CRONACA, pagina 10

 

In questi giorni di emergenza sismica, l´attenzione è focalizzata in particolare su bimbi e anziani. E le iniziative di solidarietà per queste due delicate categorie partono anche dalla città.
Riservati agli anziani, affinché possano ritrovare la tranquillità perduta la notte del sisma del 20 maggio sono i tre posti che la Pia Opera Ciccarelli mette per il momento a disposizione nella sua struttura di Boscochiesanuova per il periodo estivo.
«Siamo stati contattati da alcune famiglie di emiliani che vivono vicino alle zone dell´epicentro ma che hanno seconde case a Bosco che ci chiedevano, in via informativa al momento, disponibilità ad ospitare parenti anziani. Al momento i posti a disposizione sono tre, a tariffe agevolate. Inoltre, anche l´Uneba Veneto, l´associazione delle case di riposo private, sta cercando di capire quali e quanti posti ci possono essere per gli anziani sul territorio», spiega monsignor Carlo Vinco presidente della Pia Opera Ciccarelli.
«Stiamo quindi valutando ulteriori esigenze ed eventualmente ci attiveremo cercando altri posti», prosegue monsignor Vinco, «valutando se poter applicare tariffe agevolate oppure offrire accoglienza completamente gratuita, a seconda delle diverse esigenze e situazioni. Eventualmente, metteremo mano al fondo Monsignor Ciccarelli per sostenere i costi vivi della degenza».
La solidarietà per i bimbi, invece, viaggia on line attraverso il social network Facebook, veicolata dall´associazione Il Melograno.
L´associazione scaligera ha avviato una raccolta di materiale didattico e giocattoli per i piccoli dai 3 ai 13 anni. Si tratta di matite colorate, fogli, pennarelli, libri e fumetti che, una volta raccolti, verranno distribuiti nelle tendopoli.
L´associazione spiega che si raccolgono anche giocattoli, meglio se di piccole dimensioni, e giochi da tavolo: tutto ciò insomma che non preveda collegamenti tivù, videogiochi, o che non necessiti di elettricità. Per ulteriori informazioni è comunque possibile consultare: unsorrisoperlemilia@libero.it. I.N.

da l'Arena del 03/06/2012